Pasturare - Pescatori Laziali

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pasturare

Esche

L'esito della pescata dipende molto dal modo con cui viene eseguita la pasturazione. Più la pasturazione viene affrontata in modo preciso e minuzioso e maggiori saranno le soddisfazioni e le catture al termine della sessione di pesca. Nella pesca al colpo (soprattutto inglese, fissa e roubasienne) è indispensabile avere con sé la pastura. Quando si vuole invece pescare a passata con la bolognese in alcuni casi sono sufficienti anche bigattini sfiondati ripetutamente a intervalli regolari sulla linea di passata. Non mi soffermo a descrivere le tantissime tipologie di pasture perché ormai le vendono per tipologia di pesce e per zona di pesca quindi non è più un problema scegliere la pastura giusta.

PREPARAZIONE
Per prima cosa diciamo che è fondamentale una perfetta umidificazione della pastura. Quando le quantità sono piccole (1-2 kg) si può preparare la pastura a mano aggiungendo acqua poco alla volta. Quando si preparano grandi quantitativi di pastura (4-5kg) allora è buona cosa utilizzare un trapano elettrico con la frusta e spruzzare acqua poco alla volta con uno spruzzino.

Sicuramente molti di voi staranno pensando che è inutile utilizzare il trapano perché anche io lo dicevo all'inizio, ma poi adoperandolo mi sono reso conto che la pastura viene molto più sottile e come dire...."spumosa".....questo perché il trapano con la frusta la arricchisce di aria smuovendola in modo vorticoso.
Dopo la prima bagnatura, si aspetta per un po' di minuti. Durante questo interevallo la pastura assorbe l'acqua e tenderà ad asciugarsi. Per questo motivo dopo qualche minuto si ribagna leggermente per raggiungere il giusto grado di umidificazione e consistenza. Ultimo passaggio (consigliabile ma non fondamentale) consiste nel passare la pastura bagnata con un setaccio in modo da eliminare eventuali grumi che si sono formati durante l'impasto. In questo modo la pastura sarà pronta per la pesca, molto fine e tenderà subito a stringersi con una piccola pressione della mano e le palle risulteranno molto consistenti e semplici da confezionare.
Ultima cosa su cui prestare un minimo di attenzione: le pasture a grana fine richiedono meno acqua di quelle a grana grossa!
Quando la pastura è pronta si possono aggiungere delle esce al suo interno per aumentare il suo potere attrattivo, ovvero bigattini, caster, mais, fouille (prima deve essere tagliato con la terra), vermi, canapa ecc....

PASTURAZIONE
Se si pesca con la roubasienne o la fissa la pasturazione può essere effettuata a mano lanciando le palle. Se si pesca all'inglese a lunghe distanze allora utilizzeremo delle fionde prendendo un punto come riferimento per lanciare le palle sempre alla stesse distanza e nello stesso punto. Ovviamente ripeto che la pasturazione deve essere precisa altrimenti si rischia di disperdere il pesce. Generalmente si pastura sotto la cima della canna (fissa e roubasienne) o nel punto di pesca (inglese a lunghe distanze) e quando c'è corrente mai a monte altrimenti se facciamo la passata usciamo fuori dalla zona pasturata. Per essere precisi in modo millimetrico con la pasturazione per la pesca a roubasienne vendono degli scodellini (cupping kit).

Questi andranno montati sulla punta della roubasienne.
Generalmente si inizia la pescata con una "pasturazione pesante" (10-20 palle di modeste dimensioni o anche più), poi se si sta pescando a roubasienne si può aggiungere qualche altra palla più piccola con la scodella. Generalmente il cupping kit, oltre che per la pastura, viene utilizzato per le terre che verranno additivate con esce di vario genere: caster, bigattini vivi o stirati, fouille, mais, vermi tritati.


Al termine della "pasturazione pesante" si inizia a pescare, ma la pasturazione non deve smettere anzi ci deve accompagnare per tutta la sessione di pesca. Qui l'esperienza la fa da padrona perché il pescatore deve capire come e quando immettere altra pastura a interevalli di tempo regolare. Se non si continua a pasturare in modo regolare il pesce si allontana e le mangiate calano drasticamente.
Se la pasturazione viene effettuata in modo attento e preciso si noteranno significativamente le differenze.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu