Surfcasting - Pescatori Laziali

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Surfcasting

Tecniche di pesca


Lo Spot  

Tutte le regole (o quasi) per riconoscere uno spot prolifico a Surf Casting:

Dunque Ragazzi, riconoscere uno spot appena si arriva in spiaggia per pescare a surf casting, e' una delle cose piu' importanti o addirittura la piu' importante della pesca da spiaggia,quindi appena si arriva in spiaggia la prima cosa e' osservare eperdere anche decine di minuti(soprattutto all'inizio) per scegliere lo spot le caratteristiche che deve avere il mare per poter praticare il surf casitn sono mare in mareggiata o in scaduta (appena finisce la mareggiata eil mare comincia acalmarsi) , una scaduta dura in genere alcune ore, durante una mareggiata e' piu' difficile ''leggere'' il mare in quanto c'e' troppa confusione in acqua per poter distinguere tutte quelle caratteristiche che ci servono per aver qualche speranza in piu' di prendere qualche bel pinnuto :D, mentre con il mare in scaduta, le onde ci sono ancora, ma il mare e' molto meno mosso e quindi si riesce a distinguere leggermente meglio quello che cerchiamo,
dunque suddividero' le regole che ho appreso in punti diversi, cosi da renderli piu' comprensibili, premetto che a mare calmo si puo sempre prtaicare pesca da spiaggia a fondo ma in quel caso non e' piu' surf casting ma si chiama PAF O BEACH LEDGERING, cioe' diciamo cosi con condizioni del mare e del meteo da ''bagnante'' :D , che rendono l'individuazione dello spot molto piu' difficoltosa e che quindi ci portano , per la scelta dello spot al lancio ''ndo cojo cojo'' XD ma vedrewmo in seguito che anche a mare calmo esistono delle regole meno precise pre individuare il nostro spot, dunque primo punto.
1 per una pesca a surf casting che ci dia la possibilita' di prender qualcosa dobbiamo, prima di fermarci e lanciare le canne, osservare il mare da una postazione rialzata, e in caso di mareggiata o scaduta dobbiamo cercare delle caratteristiche dell'acqua per individuare il luogo dove vi siano Canali paralleli, canale perpendicolare, finestra, che vanno individuati tramite le linee di frangenza dell'acqua, ovvero le linee dove si infrangono le onde a mare mosso(se ci fate caso amare mosso le onde non si frangono solo a riva, ma si creano delle serie di onde parallele alla spiaggia che si infrangono prima di raggiungere la battigia, a volte anche 2 o tre file ecco quelle sono le linee di frangenza),
dunque supponiamo di trovare un mare in scaduta con tre linee di frangenza, allora molto probabilmente tra 2 linee di frangenza si trovera' un canalone parallelo, ovvero una parte in cui l'acqua e' piu' fonda e quindi l'onda non frange,quindi avremo la prima linea di frangenza che fa frangere l'onda perche li' c'e' un fondale piu' basso del doppio dell'altrzza dell'onda il che significa ad esempio se si frange un'onda di 20 cm, li c'e' un fondo minore di 40cm, poi il fondo diventa piu alto, fino ad arrivare ad un altra linea di frangenza con fondo basso, ecco tra queste due frangenze si trova il canalonre detto PARALLELO in questi canaloni si vanno a creare degli accumuli di cibo per i nostri amici pinnuti che li portanop a ''pascolare'' proprio lungo questi canali paralleli, un canale parallelo puo trovarsi cnhe a 20 metri dalla spiaggia, cosi come a 80 a 100 a 200...se e' troppo lontano si aspetta che la potenza delle onde diminuisca e quindi si avvicini piu a tiro di canna o si prova a cambiare spot.
pero' ora la domanda che sorge spontanea e' se sulla prima linea di frangenza il fondo e' di appena 35-40 cm come fanno i pesci ad entrare in questi canali paralleli dal largo?, qui entra in gioco un secondo fattore da ricercare, la cosidetta '' FINESTRA''
2A durante una mareggiata, l'acqua che viene portata a riva dalla forza della corrente del mare, per tornare di nuovo nel mare scava dei canali perpendicolari alla spiaggia per far si che l'acqua defluisca, quando questi canali arrivano fino alla prima linea di frangenza, si formano le ''finestre'' ovvero dei punti lungo la prima linea di frangenza dove l'acqua non e' piu' alta appena 40 cm ma diventa piu fonda, per tutta la largheza del canale, per poi tornare alla profondita di 40cm che fa ricominciare a rifrangere le onde, come si individuano?, si individuano xke sulla prima linea di frangenza, cosi come in quelle che la precedono formano delle vere eproprie interruzioni nella frangenza dell'onda si interrompe quindi, supponendo che la linea di trattini sia una linea di frangenza vedremo questo


quindi una volta individuato lo spot i lanci vanno fatti lungo i canali orizzontali e lungo i canali perpendicolari, e vanno fatti inoltre, dopo la prima linea di frangenza in quanto anche li la forza del mare smuove il fondo portando fuori alimenti per i pesci quindi potrebbero essere anche li.


ECCO UNA VERA FOTO DI MARE IN SCADUTA :



Ovviamente, vedere delle foto, in cui il mare e' immobile e' semplice individuare il tutto, col mare mosso diventa tutto piu' difficile e quindi e' consigliabile osservarlo da una postazione elevata.

come detto in precedenza quando il mare e' calmo, soprattutto nel periodo estivo non si possono rivconoscere canali buche etc etc dalla superficie del mare tramite el onde ma lo si fa osservando il colore dell'acqua, sempre da una postazione rialzata, si osserva il mare e si cercano di inquadrare quelle zone piu' sul blu scuro, sono canali se sono lunghe o buche se sono tondeggianti, attenzione pero' xke le macchie scure potrebbero anche essere alghe XD, la mia piccola guida e' finita, c'e' da dire che per imparare a riconoscere lo spot richiede pazienza ed esperienza, un conto e' leggere, un conto e trovarsi in spiaggia e cercare lo spot, ma cmq con una buona dose di pazienza e spirito d osservazione , diventera' man mano piu' semplice riconoscere lo spot giusto che con tutta probabilita' non ci fara' passare 6 ore al mare solo per far fare il bagno ai vermi XD



La pesca a fondo in generale è una pesca che si sofferma sul catturare delle prede dei nostri mari che si trovano sul fondo sabbioso o roccioso , la maggiorparte di esse sono i grufolatori ( come mormora, triglia, razza, rombo, sogliola, sarago orata e cefalo e sono cosi definiti per l'abitudine di cercare il cibo nella sabbia e in ambiente misto frugando col muso ) oppure in piccola parte i pesci predatori ( come spigola, leccia, serra e barracuda e, sono cosi definiti poichè predano pesci più piccoli...non in ultimo gli stessi grufolatori.)
I pesci mangiano contro corrente quindi anche la postazione di pesca ha il suo peso , allora andiamo più nel dettaglio di queste tecniche :
Attrezzatura
Iniziamo parlando delle canne , le canne nel PAF devono avere la cima sensibile per vedere anche le più piccole toccate e si possono dividere in due gruppi : telescopiche e canne a 3 sezioni ( anche se quest'ultime in alcuni casi si possono usare anche nel surfcasting) , il fusto deve essere reattivo e per quanto riguarda gli anelli dovrebbero sempre essere in acciaio inox per prevenire ossido o ruggine , e come anche le altre tipologie di pesca a mare vanno lavati dopo ogni uscita , le canne telescopiche avendo un azione parabolica risulta più facile da lanciare , anche se per la pesca a mare stanno prendendo piede le 3 pezzi che differiscono con le telescopiche in rigidità del fusto e il cimino meno morbido , esse se caricate bene nel lancio possono raggiungere distanze notevoli che con le telescopiche non si raggiungerebbero. Per quanto riguarda i mulinelli ( o chiamati MULO/I) per questo genere di canne si usano maggiormente i mulinelli a bobina fissa che sono anche facili da usare , essi devono avere una capacità di bobina molto elevata e un oscillazione lenta per favorire la distribuzione del filo sulla bobina . Le taglie devono essere comprese tra 6000 e i 10000 la scelta è dipesa dal l'uso che si vuol fare cioè il piombo che si utilizzerà e le condizioni del mare in cui si pesca .
Passando al surfcasting le canne devono essere molto rigide per lanciare piombi di elevata dimensione
esse possono essere 2 o 3 pezzi ma si consiglia per un uso più incisivo le 2 pezzi , esse devono avere lunghezza variabile tra i 3,80 m e i 5m ( nel caso delle 2 pezzi non si arriva a tale misura ) , i mulinelli per questo genere di pesca sono o i mulinelli a bobina fissa o mulinelli a bobina rotante , per quanto riguarda i mulinelli fissi deve essere un attrezzo veloce e potente nel lancio e nel recupero, dotato di più bobine di ricambio caricate con monofili diversi, e con una frizione affidabile e di facile regolazione. Conviene spendere due parole sulla bobina del mulinello che nel Surf Casting veste un ruolo importante;devono avere taglie superiori a quelle del PAF quindi si parte da un 8000 a un 14000 , per quanto riguarda i rotanti ( spero che qualcuno che sappia meglio di me aggiunga sotto nelle risposte ) per evitare parrucche devono avere freno magnetico , esso non deve essere ne mai messo al minimo ne mai al massimo , una piccola spiegazione su questo freno è che la leva che lo regola , varia la distanza dei magneti dalla bobina , se questa distanza è la più elevata in fase di lancio il filo si imparruccherà e se la distanza è la più vicina la bobina non ruoterà a suo dovere e il lancio ne sara penalizzato , quindi si deve trovare un compromesso , per quanto riguarda gli altri freni se sono provvisti di freno meccanico non va mai o quasi usato e se hanno quello centrifugo , che consiste ne frenare la bobina in fase di rotazione con dei gommini , va sempre curato mettendo sempre olio anche se si possono togliere i gommini per usufruire solo di quello magnetico .
Nodi
Uno dei nodi più famosi per congiungere due fili nel PAF e nel Surfcasting è il nodo di sangue che illustratà quest'immagine :



Mentre il nodo per unire filo/shock leader alla girella/moschettone è questo:



per quanto riguarda il terminale il nodo di congiunsione con l'amo con occhiello è questo:



Esche
Le esche possono essere vermi , cannolicchi , sarde , alici , gamberi , pesci vari ecc..
I più famosi vermi sono:
Il coreano
ahtw
Il bibi



l'americano



e per finire il famoso bigattino




Ambienti
Gli ambienti dove si possono praticare queste pesche sono sopratutto le nostre coste marittime



e per il PAF anche i porti , le scogliere e le dighe



Monofili
i fili madre ( o da mulinello ) più utilizzati sono i monofili che sono assenti di memoria e elasticità ( quelli che lo presentano o sono nylon o sono un ibrido ) , i colori vanno dal più chiaro come il bianco al più scuro come il nero e cambia in base all'utilizzo che ne vogliamo fare ( per esempio quello giallo fluo lo si userà di notte per avere più visibilità ma non è vietato l'uso di giorno ) , le misure del paf vanno dallo 0,18 allo 0,40 ( quest'ultimo per pesca a grandi predatori come serra ) e cambiando la misura del filo cambierà anche lo shock leader che va utilizzato , per esempio se si pesca con uno 0,18 il piombo non sarà di grandi dimensioni e si puo utilizzare uno shock dallo 0,25 allo 0,30 mentre con uno 0,30 visto l'ìmpiego di piombi anche da 200 grammi si consiglia uno 0,50.
Per il surf il monofilo cambia dal mulinello che si usa , un mulinello fisso richiede un monofilo più grande mentre un rotante ( sempre se si ha gia dimestichezza con esso ) uno più fino , per gli stili ground e pendolare con piombi anche di 200 grammi il filo sarà 0,30 per il rotante e 0,35 per il fisso con shock leader che va dallo 0,70 al 0,80 sempre vedendo le condizioni meteo marine ( personalmente mi trovo bene con lo 0,70 polivalente in ogni occasione , con mare calmo anche con lo 0,50 non rompo ma consiglio per chi prova a cambiare shock di farlo con spiaggia vuota che se il filo si rompe direzione spiaggia potrebbe prendere gli spiaggianti quindi attenzione ) , se non si ha dimestichezza con il rotante si consiglia un filo più grande per sciogliere prima le parrucche che si formeranno .
Per il filo da terminale non cambia nulla tra paf e surf , il filo varia dalla montatura che si adopera , un long arm richiedera almeno uno 0,25 , mentre un pater noster almeno uno 0,30 questo per evitare che il filo si intrecci con il filo madre , si consiglia l'uso del fluorocarbon per la sua rigidità e tenuta ma per chi non vuole spendere cifre esorbitanti un buon nylon puo sostituirlo senza problemi .
Montature
ecco qui alcune immagini di montature di paf e surfcasting








 
Torna ai contenuti | Torna al menu